fbpx
EmmeQ News,  In punta di Diritto,  Trend & Norme

Le pratiche da completare dopo la vendita dell’immobile

Una volta concluso il rogito notarile la vendita dell’immobile è conclusa, tuttavia bisogna tenere ancora alta la concentrazione.

Restano infatti alcuni adempimenti e comunicazioni che il venditore non deve dimenticare di assolvere, proprio perché trattasi di obblighi di legge da effettuare successivamente all’avvenuto passaggio di proprietà.

Quali sono gli adempimenti del venditore?

Gli obblighi dovuti possono essere diversi tra i vari venditori, come nei casi di vendita a soggetti stranieri oppure se vengono presi in considerazione immobili inseriti in contesti condominiali. 

Ecco l’elenco delle pratiche più comuni da completare:

  • VOLTURA DELLE UTENZE: è necessario dare comunicazione ai gestori di gas, luce, acqua e linea telefonica riguardo la formale disdetta, tenendo conto degli accordi presi con l’acquirente (subentro o voltura dei vecchi contratti di fornitura)
  • TARI: bisogna presentare presso il  Comune in cui è situato l’immobile appena venduto, la denuncia di cessazione, da effettuarsi entro il termine di 90 giorni
  • TASSE RESIDUE: è d’obbligo per tutti i venditori, estinguere eventuali imposte e tributi in sospeso che gravano sull’immobile per tutto il periodo durante il quale vi era il proprietario originario (IMU, TASI e TARI)
  • COMUNICAZIONE DI CESSIONE DI FABBRICATO: da effettuare solo nel caso di vendita nei confronti di cittadini extracomunitari; nessuna comunicazione necessaria se l’acquirente è cittadino europeo. La comunicazione andrà presentata, entro 48 ore dalla avvenuta vendita, alla Questura o ai Vigili Urbani (se il Comune non è sede di Questura), presentando apposito modulo dedicato contenente i dati dell’acquirente.

Se sei alla ricerca di un consulente immobiliare in grado di supportarti attivamente in tutte le fasi della compravendita, Contattaci! 

Scegli Emmeq Immobiliare