fbpx
EmmeQ News

Comprare o affittare casa al tempo del coronavirus? Si può, ma ecco come cambia

Illustrate le misure per la riapertura delle agenzie immobiliari 

Compravendita immobiliare
Compravendita immobiliare

– La Federazione degli Agenti Immobiliari Professionali con massima celerità ha messo a disposizione dei propri associati protocolli operativi, informative privacy, modelli di attestazione visite e auto dichiarazioni.

Da lunedì 4 maggio, le agenzie immobiliari potranno riaprire. Anche la Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali, ha confermato la data di ripresa delle attività e con la massima celerità, grazie alla proficua collaborazione dei presidenti provinciali toscani con la dirigenza regionale e con il Centro Studi Nazionale Fiaip, si è immediatamente attivata per mettere a disposizione dei propri associati protocolli operativi, informative privacy, modelli di attestazione delle visite ed auto dichiarazioni per collaboratori e dipendenti, chiarendo tutte le modalità di apertura e di visita negli immobili. “Nello svolgimento dell’attività di intermediazione – sottolinea il presidente di Fiaip Toscana, Simone Beni – ogni agente immobiliare avrà cura di seguire i protocolli relativi alla distanza sociale e alle norme igienico sanitarie emanate nei vari provvedimenti. È confermata la possibilità per i clienti di recarsi presso le agenzie immobiliari e di visitare gli immobili insieme agli agenti. Per le agenzie immobiliari non vi è l’obbligo di realizzare una sanificazione preventiva alla riapertura delle agenzie, ma è prevista la pulizia dei locali giornaliera, oltre ad una sanificazione periodica”.

“Riteniamo – spiega il vice presidente di FIAIP Toscana, Francesco La Commare – che la riapertura prevista dal Dpcm sia significativa e strategica sia per la vitalità del settore immobiliare, che rappresenta ad oggi il 22% del prodotto interno lordo italiano, sia per il soddisfacimento delle esigenze dei cittadini relativamente ad un bene di prima necessità qual è la casa”. Entrando nello specifico le nuove linee guida prevedono che ogni agente immobiliare svolga la propria attività nel pieno rispetto di tutti i decreti a tutela e salvaguardia della salute propria, dei propri collaboratori e dipendenti e dei propri clienti. La nuova modalità di lavoro continuerà ad essere finalizzata a soddisfare le esigenze dei clienti ma sempre più attraverso l’utilizzo di strumenti che permetteranno di ridurre al minimo la “presenza fisica” del cliente in agenzia, ovvero è consigliato di: incentivare il massimo utilizzo di supporti e strumenti telematici e digitali per contatti video e telefonici con la clientela, riducendo al minimo i contatti ‘in presenza’; incentivare il massimo ricorso alla digitalizzazione di tutta la documentazione utile per le trattative di locazione e compravendita e relativo utilizzo in modalità prevalentemente telematica (servizi fotografici, virtual tour/video di immobili e similari); Incentivare, ove possibile, lo smart working/lavoro agile per eventuale personale amministrativo e/o di segreteria riducendo al minimo indispensabile il numero di persone presenti nei locali; Utilizzo di postazioni singole nelle agenzie, con rispetto delle distanze, evitando condivisione di strumenti quali telefoni e computer; 5. Incentivare gli incontri con i clienti in agenzia solo su appuntamento; Incentivare l’avvio di procedure utili a limitare la contestuale presenza delle parti contraenti in agenzia; Adempiere gli obblighi informativi sulle misure di salvaguardia a beneficio di personale, clienti e terzi in genere (es., fornitori, consulenti della filiera immobiliare, etc.), tramite appositi avvisi collocati in modo facilmente visibile e/o comunicati con altre modalità agli interessati; Dotarsi di scorte per eseguire gli appuntamenti in sicurezza (mascherine, guanti, proteggi-scarpe), fornendo i necessari dispositivi al cliente qualora ne fosse sprovvisto. “Siamo consapevoli – conclude il presidente Simone Beni – che ci possa essere timore per l’imminente apertura e che si preferirebbe attendere una situazione potenzialmente meno pericolosa, ma d’altra parte siamo imprenditori e dobbiamo essere positivi e propositivi e farci guidare dal nostro spirito d’iniziativa e dalla capacità di far fronte compatti alle avversità. Fiaip Toscana è vicina ad ognuno dei propri associati, per risolvere eventuali problemi che dovessero verificarsi in merito all’interpretazione delle norme o per fornire ulteriori chiarimenti”.
#tantebellecase

vendi e/o affitta con noi